Chiavi dinamometriche per moto: migliori prodotti di Maggio 2021, prezzi, recensioni

Funzionamento e caratteristiche chiave dinamometrica per moto

La chiave dinamometrica è una speciale chiave, che si differenzia da quelle normali presenti sul mercato. Il suo scopo non è solo stringere dei bulloni o componenti del motore ad esempio, ma è quella di fare un serraggio preciso. Questo non deve essere eccessivo, per quanto concerne bulloni, viti o dadi della moto. Infatti questo potrebbe creare uno sforzo sul materiale con cui è realizzata la moto e, su alcuni materiali come ad esempio la fibra di carbonio, potrebbe compromettere la struttura. Nel particolare questo significa che potranno verificarsi delle micro fratture.

La chiave dinamometrica presenta un valore di lunghezza variabile a seconda del range di coppia, del valore di coppia tra bullone e ruota.

La lunghezza della chiave con una terminologia tecnica si chiama braccio di leva, mentre i valori della coppia di serraggio hanno come unità di misura Nm.

Ogni chiave dinamometrica può settarsi su un certo valore di coppia, quello adeguato, tra un minimo ed un massimo. Per capire quello che è corretto bisogna far riferimento al libretto delle istruzioni.

A seconda del modello quindi di moto e dell‘azienda produttrice avremo un certo valore di coppia adeguato che deve essere impostato sulla chiave. Questi lavori, che necessitano di uno strumento di precisione di questo tipo, necessitano ovviamente una certa attenzione da chi le usa. Solitamente sono i meccanici che si occupano di svolgere questi lavori, ma se siamo appassionati o abbiamo un’infarinatura di base, è possibile anche lavorare da soli. La chiave dinamometrica, c’è da ricordare, che non smetterà di funzionare una volta raggiunto il valore di coppia, per questo bisogna stare molto attenti. Basta una piccola distrazione, per danneggiare le delicate filettature delle moto moderne.

Come fare la scelta giusta per la nostra moto?

Diciamo che a questo quesito che sorge spontaneo sicuramente a tutti, non c’è una risposta in termini assoluti. Tutto dipende essenzialmente dalla situazione particolare di ciascuno, e soprattutto dal range di coppia che ci serve. Importante è sempre il modello della nostra moto ovviamente, elemento determinante nella scelta di questo tipo.

Bisogna tenere a mente che più si sale con i valori limite del range di coppia della chiave, più cresce la probabilità di errore di questa e anche la possibilità di rovinarla.

Quindi ricapitolano:

  • il serraggio giusto dobbiamo conoscerlo prima di acquistare una chiave dinamometrica per moto, bisogna quindi verificare i serraggi di cui si ha bisogno per la nostra moto,
  • sapere il modello di moto specifico,
  • conoscere il luogo preciso della moto su cui agire.

Evitare ad esempio dei range che vanno da 0Nm a 200Nm sarebbe meglio, in quanto questi sono molto potenti e potremmo trovarci a produrre danni. Oppure una soluzione potrebbe essere comprare  due chiavi dinamometriche, con un range però di valore inferiore. Solitamente per la maggior parte delle moto va bene un intervallo di valore di coppia che è tra 5Nm e 25Nm per una chiave, e per la seconda chiave dinamometrica sono preferibili valori che vanno tra a 20Nm e 100Nm.

Dimensione del nottolino

La dimensione del nottolino di innesto non è un aspetto che va accantonato e non considerato, tutt’altro.

L’innesto è  di solito un parallelepipedo che si trova sulla testa della chiave, ed è chiamato attacco quadro maschio.

A questo parallelepipedo vanno collegate delle bussole della giuste misure. Attraverso queste si opera con il serraggio.

Generalmente le misure dell’attacco sono queste tre:

  • 1/4″, cioè 6,35 mm
  • 3/8″, cioè 9,52 mm
  • 1/2″, cioè 12,7 mm, che è quello più comune.

L’innesto, oltre a svolgere la sua funzione principale, tiene salda la chiave nel momento che sta operando.

Struttura

Molto importante è anche la struttura, infatti un utensile che dispone di manico gommato o di plastica, sarà più facile da usare e da tenere in mano. Non deve essere per nulla scivoloso. La struttura della chiave dinamometrica è quindi molto importante, deve essere ergonomica.

Da cosa dipende il valore della coppia di serraggio

Il famoso valore della coppia di serraggio dipende dal materiale del pezzo, dalla vite, dalla madrevite, dal tipo di filettatura inoltre e dalla presenza di rosette, guarnizioni oppure controdadi.

Quali sono le migliori chiavi per moto?

Le migliori chiavi per moto sicuramente sono quelle che appartengono a marche famose, che sono indice di garanzia sulla qualità e sulle prestazioni. Per fare una corretta valutazione bisogna ovviamente considerare tutti i fattori riportati fino a questo punto. Tutti sono importanti per ottenere una chiave dinamometrica, che sia efficiente e facile, comoda da usare. Si consiglia comunque sia una chiave digitale di questo tipo, in quanto ancora più precisa, e con il menu presente sul display avremo la possibilità di usare varie funzioni. In ogni caso sarebbe bene spendere almeno 200 euro per chiavi di questo tipo, e se siamo noi ad usarle bisogna porre la giusta attenzione. E consultare sempre il libretto illustrativo è molto importante, per non provocare danni.

Studentessa universitaria di Filosofia, amante della scrittura, della lettura e di tutto ciò che attiene all’uomo nelle sue varie sfaccettature. Ha lavorato alla correzione di articoli a carattere culinario e scientifico, e all’editing di parte di un testo di natura filosofica.

Back to top
menu
Scelta Chiavi Dinamometriche